OCCORRE riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri segreti, deviati e non, progetti di democrazia diretta ed economico sociali ridisegnando le ideologie e superando il declino in atto, governato da oligarchi e trasversali alleanze di vertice. ORA LA SUPERGLADIO E' ALLO SCOPERTO
La campagna di diffusione e distribuzione dell'ISO.DVD
“DEDALO E IL NONO GIRONE. IL FILO DEL MAGISTRATO E UN DEDALO SENZA PIU’SEGRETI”, una opera del tutto originale e frutto finale di sei anni e mezzo di lavoro, procede e coincide col richiedere a tutti un sostegno piccolo o "più militante" ma concreto, che puoi decidere indicando(modificando la somma che intendi destinare a sostegno, cui corrisponderà l'invio al vostro indirizzo mail del link dal quale scaricare l'immagine del DVD da scaricare, che potrete masterizzare o studiare in locale ed autonomamente utilizzare per diffusione e informazione pubblica.
Per ogni dettaglio informativo e per fare mente locale anche sulle ragioni e necessità che militano per il sostenere e creare un circuito di diffusione il più amplio possibile, non esitate a cliccare su



Ascolta, leggi e valuta e condividi ovunque articolo per articolo

PLAYLIST YOUTUBE  Clicca sul primo tasto in alto a sinistra "Playlist" e scorri l'elenco dei video che si evidenzierà nella porzione sinistra della finestra per scegliere il video 

giovedì 24 gennaio 2019

"Sbarca" in un finto processetto la nuova GLADIO e Davide è alle TERMOPILI.


Sbarca nel "finto" processetto inseminato nel 2011,   per "diffamazione" da propalazione continente e legittima di fatti e dati veri, pluri scriminata  praticamente prescritta,  la nuova GLADIO e Davide è alle TERMOPILI.

..... E si affonda ora in una delle pagine più assurde e buie della storia repubblicana la cui violenza morale ed abuso supera, se  possibile, le tante pagine di violenza e sangue che hanno accompagnato la incerta crescita, il culmine e la decrescita della democrazia italiana.  

ORA HANNO CAPITO ANCHE I SASSI




UNA NUOVA RICUSAZIONE ESPLOSIVA !!!
E IN PREMESSA ALCUNI VIDEO SINTETICI E NON, DI PROVA "DIRETTA" A PARTIRE DAL 2016  
           


¶¶¶ ¶¶¶ ¶¶¶ 

LA MACCHINAZIONE The plot UNA TRAPPOLA INFERNALE"

¶¶¶ ¶¶¶ ¶¶¶

IL VIDEO CHE CHIUDE LA TRATTAZIONE DEL CASO PAOLO FERRARO E DELLA GRANDEDISCOVERY


Questo video audio è una opera di verità che disvela trame profonde che riguardano tutti e le istituzioni e le sacche di legalità dello Stato. Con questo video audio di sintesi pubblicato in rete su tutti i canali video si conclude tutto il lavoro dell'ex per ora magistrato Paolo Ferraro





§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
LA NUOVA RICUSAZIONE "ESPLOSIVA" 
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
HTML Message
Il micro estratto video "LA OPERAZIONE MILITARE PAOLO FERRARO" ed altri ed ED OGNI DOCUMENTO RICHIAMATO SONO VISIONABILI AL LINK http://www.mediafire.com/folder/vab9f7ihcvc29/ALLEGATI_RICUSAZIONE_DENUNCIA_ESPOSTO_PUBBLICI
Nel non troppo lontano 2008 .. Paolo Ferraro, sino ad allora ritenuto esemplare e di particolare intelligenza ed equilibrio. scopre a suo danno una complessa operazione militare che dimostra attività coperte nella/sulla magistratura italiana e fornisce prove clamorose che stanno sconvolgendo le magistrature che le hanno ricevute sinanche in video compressi allegati a mail, " a domicilio", I giornalisti fanno orecchie da mercante nonostante LA EVIDENZA.
Paolo Ferraro subisce di seguito una letterale persecuzione pluriennale con vari altri errori operativi che svelano, registrati e dimostrati, articolati intrecci ed attività sistematicamente gettito da decenni, se possibile ancor più gravi. UN strategia di selezione alla rovescio e di infiltrazione sistematica e distruttiva, che prepara il ben altro.
Mentre i giornalisti "gnorreggiano", a sistemi informativi completi diffusi e magistrature avvisate, oggi fanno entrare in campo psichiatra militare medaglia di bronzo NATO, TENENTE COLONNELLO, già operativo per nove anni nell'OSPEDALE CELIO appartenente alla RISERVA SPECIALE.
Il tutto è ambientato in un processetto finto, appositamente inseminato nel 2011, per diffamazione consistita nell’essere stata propalata la analisi del tutto e le prove dirette, fatti veri non costituenti reato per cinque profili insormontabili,, continente la esposizione, e praticamente prescritti. BANCA DATI CON I DOCUMENTI E DATI E MEMORIE http://www.mediafire.com/folder/vab9f7ihcvc29/ALLEGATI_RICUSAZIONE_DENUNCIA_ESPOSTO_PUBBLICI
Non potendo condannare, un magistrato della specifica AREA-MD direttamente coinvolta, anzichè portare a compimento la istruttoria dibattimentale completa e dovuta, conferisce interrompendo il processo (mai accaduto nella storia della quasi ex Repubblica in modo così smaccato e gravissimo e ovviamente incompatibile con il contesto processuale, reati di opinione supportata da dati e prove e con la figura dell'imputato), una perizia per far dichiarare il magistrato Paolo Ferraro -- autore della grandediscovery - già dispensato per una “fantomatica" inettitudine quindi per ora ex pendendo ricorso al Consiglio di Stato, giudizio per la fase cautelare TAR e istanza di revoca al CSM - "incapace di intendere e volere " e il peggio che vogliono che segua.
LA RAGIONE E LA LOGICA HANNO GIA' VINTO. SONO SINANCHE USCITI ALLO SCOPERTO DICHIARANDOSI. Ora hanno capito anche i sassi .

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

ISTANZA DI RICUSAZIONE DEL GIUDICE MARIA LAURA PAESANO SEZ IV PENALE
Processo penale (Reg Gen Procura Tribunale Roma 13871/13)
ai sensi art. 52 e 51 CPP
con espresso riferimento a fatto intervenuto nuovo in udienza del 17 gennaio 2019 ove era assente l'imputato, ed all'interesse indiretto, che attiene ad una relazione di legame o contrasto che ha il giudice nei confronti di soggetti a vario titolo coinvolti/interessati nella causa).
E CONTESTUALE ESPOSTO PER OMESSA ASTENSIONE DEL PERITO MILITARE NOMINATO

ALL'ILLUSTRISSIMO PRESIDENTE DELLA CORTE DI APPELLO DI ROMA

AL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI ROMA


AL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI ROMA


I- PREMESSA NECESSARIA.

A. Nella udienza tenuta presso l'aula VII del tribunale monocratico in Roma in p.le Clodio, in data 17 gennaio 2019, il giudice Maria Laura Paesano, in rinnovata incompatibiità e ancora destinatario di un DOVERE DI ASTENSIONE ad avviso dello scrivente anche per ragioni di convenienza, ha proceduto senza esitazione, in assenza dell'imputato, anziché ad astenersi, a conferimento di perizia ed alla nomina (come illustreremo) di perito a sua volta in posizione di palese ricusabilità ed in costanza di dovere di astenersi, il TENENTE COLONNELLO psichiatra   Alberto D'Argenio, per dichiarare la “incapacità di intendere e volere al momento del fatto, in prosieguo ed allo stato, nonché la incapacità processuale e la pericolosità al fine di misure contenitive” del sottoscritto ex magistrato (pendenti Ricorso al CDS , ricorso al TAR ed istanza al CSM di revoca del provvedimento di dispensa per “fantomatica” inettitudine comminato all'epoca, in diretta connessione temporale con la denuncia e MEMORIALE (ALL. A1 A2 A3 ). Tutti atti, insieme a centinaia di altri, scritti “dall'incapace di intendere e volere” che vive dal 2010 con la sua famiglia, moglie Patrizia Stefania Eugenia Foiani, figli maggiorenni Marco laureato in psicologia e Diego atleta diTriathlon, medaglia d'oro in carica di Duathlon e studente universitario, più parenti.
E si affonda ora in una delle pagine più assurde e buie della storia repubblicana la cui violenza morale ed abuso supera le tante pagine di violenza e sangue che hanno accompagnato la incerta crescita, il culmine e la decrescita della democrazia italiana. E' peraltro del tutto chiaro che il collegio pregresso non ha neanche la minima consapevolezza storica di questi processi, che colpiranno diritto Stato e Costituzione nei fatti e dal concreto distruggendo il simulacro pompato della giùdeo-crazia con il quale sono stati arruolati svariate centinaia di giudici, storicamente ingannati, convinti di ascendere ad un nuovo ruolo forte e definitivo di tutori della legalità, la moltitudine seria e fedele alla Costituzione osservando, invece, cauta ed attonita. Sta cambiando il vento e Paolo Ferraro sarà e rimane dalla parte della Costituzione e della legalità e magistratura repubblicana, e di quei particolari soggetti istituzionali che hanno rivelato e confermano, mentre si agitano su un tapis rouolant inarrestato, di essere privi di un più profondo idioma culturale e storico. Talmente tanto da credere che Paolo Ferraro sia un fastidioso nemico, affidando ai loro futuri carnefici la attuale “missione militar gloriosa” e completandola incauti nell'interesse di chi si appresta ad asservirne il ruolo per tutta una fase storica, gestendo il vero quadro dei comandi che muove il tapis roulant. Eppure niente è immobile nella storia.
B. Vengono oggi depositati gli atti nel corpo della nuova presente ricusazione per fatto nuovo e nuovamente depositato DVD di 4 giga e sette, stampato in forma indelebile, verificato, vagliato ed “ascoltato” ormai da più di un centinaio di migliaia di persone di estrazione varia (esso è lapalissianamente prova digitale rilevante contenente prove dirette a supporto centrale della ricusazione. IL DVD consiste in un sistema multimediale di documenti e di PROVE VIDEO AUDIO DIRETTE, anche contestualizzate, consistenti in registrazioni ambientali, conversazioni telefoniche e tra presenti depositate presso quattro Procure della Repubblica. Le prove digitali depositate sono prove secondo univoca e pacifica giurisprudenza della cassazione, non obnubilabili senza vaglio reale.
UN MEMORIALE (ALL. A3 reca per la prima parte (tre capitoli), il tema scritto, confortato da prove multimediali UNICHE NELLA STORIA, “attività gestite da un certo e particolare mondo militare nel quartiere della DIFESA in Roma Cecchignola”, a partire dalla abitazione in via dei Bersaglieri 118 scala C ove per un brevissimo periodo abitò, allontanandosi repentinamente al momento della scoperta di fatti gravi ed evidenti, il magistrato Paolo Ferraro. La successiva elaborazione dei dati, fu, come da sceneggiatura tipo, interrotta da un organizzato blitz illegale costruito in stile perfetto da protocollo militare, ed in conclamata violazione di qualsivoglia regola e sostanza, privo di qualsiasi presupposto sostanziale e formale e dei provvedimenti di legge (fatto riscontrabile de plano e riscontrato da svariate decine di migliaia di cittadini e magistrati come da documentazione pubblica notoria (ALL A3). Tutto viene esaustivamente descritto e ricostruito nei minimi particolari nel memoriale anzidetto (e “si parla” di fatto e diritto, e del sequestro di persona o violenza privata senza titolo e senza “nulla”, in danno del magistrato di Cassazione scrivente). Dagli atti non letti emerge che il blitz illegale, scardinatosi nelle sue finalità, “fruttò” un accertamento dal quale emerse il perfetto stato di salute fisica e dai TEST in atti sinanche psicologica del magistrato cui si doveva tappare la bocca. (TEST e dati medici strutturati, incontestabili perché di provenienza certa e pubblica ALL B). La gravità delle scoperte e denuncia originarie sono non solo state lette ma studiate ed ascoltate per prove dirette, documenti ed analisi e contestualizzazione da quota imponente della magistratura italiana. IL solo MEMORIALE risulta letto nelle sole prime due versioni documentali slide da 33.893 persone (ALL C) , ed i quasi cento siti che hanno raccolto la intera GRANDEDISCOVERY con quasi 230 video e video audio di prova incorporati risultano letti da centinaia di migliaia di persone per milioni di accessi (ALL D E ed F statistiche di tre soli siti rilasciate dal provider) ma soprattutto ascoltati, per articolo e incorporati video audio di prove dirette. E documentazioni e prove si riferiscono ad una collegata, specifica e del tutto particolare cordata incistata in (e incistata in significa “incistata in” Magistratura Democratica e poi AREA, non Magistratura Democratica, nonostante il processo identificativo che si vorrebbe insufflare e gestire. Mentre è indubbio che si è realizzato un percorso di egemonia da parte degli “incistati”.
Non tutta la magistratura italiana è composta da Giuseppe Cascini e Stefano Pesci (in atti del DVD ma in tutta la rete vari video audio con le testimonianze della ex moglie del generale Marchetti, Milica Cupic, che ha con certezza e dovizia di particolari temporali indicato la stretta colleganza di Stefano Pesci con un area/organizzazione settaria militare ed esoterista, in stretti rapporti col GENERALE MARCHETTI sin dal 1985, quando il detto Sostituto PM era avvocato in quel di Bologna, prima di divenire il braccio DESTRO di Cascini ). Quale sotterranea ed aperta concorrenza e grave vi fosse nei confronti del sottoscritto è noto anche ai sassi, mentre la eliminazione dell'ingombrante Paolo Ferraro era un chiodo fisso “dichiarato”.
Corre una netta “precisazione”. Paolo Ferraro magistrato dal 1984, nella prima riunione di MD il primo giorno del suo ingrasso in magistratura, dal 1999 rientrato NOTORIAMENTE in MAGISTRATURA DEMOCRATICA dopo essersene allontanato nel 1996 per dissensi di metodo e l'altro che appena si intuiva, per tale ragione sa e conosce le appartenenze associative dei magistrati Franca Amadori e Maria Luisa Paolicelli appartenenti al collegio precedente che ha trattato la pregressa ricusazione per altro motivo R.G. RICUSAZIONI n. 24/2018. Ma Franca Amadori, che pur saltuariamente partecipava alle riunioni di MD appena tornata a Roma e sino al 2008, non sa che Paolo Ferraro era presente e magistrato notoriamente impegnato e stimato e soprattutto invidiato e ritenuto “ingombrante” come da minaccia velenosa e sorniona del settembre 1991 da una particolare cordata ?! I procedimenti OIL FOR DRUGS e Operacion Puerto italiana pubblicizzati dalla stampa e televisioni di mezzo mondo non le indicano nulla ?! Il parere professionale su Paolo Ferraro assurdamente adottato dal CSM nel 2012 (ALL 0 nomina dott. Paolo Ferraro), per progressione di carriera mentre veniva dispensato per “inettitudine” lo stesso Paolo Ferraro, non lo sa leggere Franca Amadori ?! Non legge un caso di schizofrenia istituzionale nelle EVIDENZE ?! Questo sarebbe il solo vero caso di perizia, ma mai confondere i componenti di una consiliatura con la istituzione, anche se a ben vedere proseguire nel non correggere l'errore di una consiliatura per troppo tempo danneggia gravemente la immagine della istituzione già lesionata. Comunque chi ha costruito un castello artefatto di falsificazioni creando diaporie e contraddizioni, ma così pacchiane da esser impensabili prima, non è responsabile di un gravissimo danno alla immagine e ruolo della istituzione ?!
Non sa Franca Amadori (lei che più spesso ha respinto, a differenza di migliaia di altri MAGISTRATI) che alcuni milioni di mail sempre nuove sempre più chiare e dirette su ciascun singolo aspetto e quadrante hanno aggiornato la intera magistratura ed altre istituzioni e cittadini con millimetrica informazione, e mediante PROVE DIRETTE VIDEO compresse “illuminanti” giunte a “domicilio”. (video compressi evidenziati ed incorporati anche nella pagina iniziale indexgenerale.html del DVD IL FILO DEL MAGISTRATO, depositato oggi nuovamente) ?!
Certo nella cordata dei magistrati oggetto di prove dirette compare anche Agnello Rossi, in conversazione tra presenti che ha fatto il giro delle istituzioni (video audio nel DVD, “anche” in evidenza). E nella cordata interna ad AREA Pesci e Rossi non sono stati oggetto di documentate e circostanziate analisi-denuncia, a tacer del MEMORIALE.?!
Quindi la certa appartenenza di Maria Laura Paesano alla MEDESIMA AREA in cui ha operato la medesima CORDATA divenuta egemone (scalando scalando) in MD/AREA, cordata “specifica” tutta denunciata con riferimento alla attività coperta e segreta denominata “OPERAZIONE PAOLO FERRARO” ... e la stretta colleganza ad un coagulo di magistrati coinvolti con SEDE in Monteverde, sarebbe una generica lamentela inconsistente fondata su un articolo mio del 1996 e su una separazione da MD trasfigurata ma durata solo tre anni ?!
II. PREMESSA 2 “MD ricusata da MD” ?!
Dunque un giudice appartenente ad AREA romana come referente regionale laziale ed iscritto alla sezione romana di AREA ove egemone è diventata la componente DENUNCIATA, dal punto di vista obiettivo appartiene od è limitrofo a cosa altra (segreta e coperta, oggetto della dettagliata analisi con prove in atti) cosa che concettualmente è ben diversa da un nomen ed una tradizione giuridica: una realtà romana egemonizzata dai nomi prima denunciati per fatti oggettivamente evidenziati con metodo di analisi e scientificamente corretto (l'unico possibile al magistrato ex Paolo Ferraro). Non è quindi il giudice solo un generico magistrato associato ad una generica sigla Magistratura Democratica, quando si parla di una area nell'AREA.
E difatti Paolo Ferraro non ricusa MD perchè ne era iscritto e partecipe sino all'ultimo momento, come taciuto/equivocato appositamente (e fatto salvo l'intervallo breve tra la seconda metà del 1996 ed il 1999). Ciò sarebbe una contraddizione in adiecto ed è impossibile interpretare in tal modo, perchè costituirebbe una sciocchezza di immediata percezione: Paolo Ferraro non ricusa la corrente MD perchè non può ricusar sé stesso. Salvo ritenere che MD sia divenuta altra da sé in modo irreversibile, ma la irreversibilità non è dello scorrere della storia, mentre è vero che una realtà composita ispirata alla sola legalità costituzionale è stata progressivamente ridotta al silenzio ed egemonizzata . Come ?! Lo illustrano anche le registrazioni audio ambientali e di telefonate e di conversazioni tra presenti nel DVD-ISO. Ed è palese, visto che concerne operazione evidente posta in essere contro il magistrato di MD Paolo Ferraro, ma orientata da un particolare settore. Coprire col silenzio e coll'ignorare un prodotto di tale portata, è ormai operazione inutile, solo “gestita” contro una EVIDENCE già condivisa nelle istituzioni
****************************************************.
IL fatto nuovo rilevante interviene in data 17 gennaio 2019, appreso lo stesso giorno di pomeriggio dalla viva voce di difensore di ufficio nominato in assenza dello scrivente dall'udienza, ed approfondito subito dopo acquisendo sul nome indicato dati che sconvolgerebbero qualunque coscienza democratica vigile, meno quella dell'area “instauratasi” nel cuore di AREA MD, tale da dimostrare irrevocabilmente ex novo e da fatto nuovo le fondamenta della nuova ricusazione.
Nella banale causetta “inscenata su antica querela” che concerne la propalazione nel novembre 2011 e aprile 2012 di FATTI VERI, confortati da prove obiettive dirette e documentali (ALL G1 e G2 MEMORIA EX ART 415 bis cpp e MEMORIETTA che sarebbe stata destinata a produzione dibattimentale e far finta di leggere almeno), in costanza palese sia del diritto di informazione pubblica, che di quasi tutte le CAUSE di GIUSTIFICAZIONE possibili, ad un passo dalla necessaria assoluzione e comunque prescrizione:
1. vengono inseriti documenti da espellere dal fascicolo dibattimentale e contraddetti da ricorso in Cassazione (ALL H ) segnalazione denuncia al CSM a più di una firma (ALL A2) e clamorosamente dal TENORE LETTERALE DI UNA MEMORIA di REPLICA In APPELLO che ricostruisce con metodo didascalico ed oggettivato in ben 43 punti ed allegati documentali la ordita attività a cui il contesto processuale si riferisce (ALL I) , ponendo in prima fila uno stuolo di soggetti professionali intervenuti a tutela del magistrato di MAGISTRATURA DEMOCRATICA Paolo Ferraro. Ma la sola cartacea prospettazione unilaterale resta nel fascicolo più le sole allineate evidenti false dichiarazioni testimoniali appena acquisite, poi troncando la istruttoria dibattimentale.
2. Viene inscenata una ignobile ricostruzione personalistica da quadretto su una crisi soggettiva interpersonale che “abborraccia” un tizio malato ed una dinamica mai esistita (assurda: Paolo Ferraro è sposato e convive con la moglie sua dal 2010 novembre !!!!!). Un quadro astratto costruito e necessariamente creato a tavolino trapiantando protocollo “a basamento psichiatrico”, costruito artificialmente, palesemente ed oltre ogni ragionevole dubbio falso ed illogico perché contraddetto ictu oculi da FATTI certi, mentre esiste e viene prodotto UN INTERO DVD che dimostra “attività militari coperte e segrete gestite” la cui scoperta e denuncia supportata da PROVE DIRETTE costituisce il punto a quo per la poi decisa eliminazione del magistrato Paolo Ferraro che ne fa a sua volta denuncia. Sulla metodica di far convergere una realtà su uno schema, trasmutandola nella sua narrazione artefatta ed invertendola, ovvero inserendovi fattori ritenuti idonei al fine, abbiamo più volte scritto. Ma inscenar un conflitto inesistente in un contesto fatto di una altra vita che dura da ben dieci anni non è solo smaccato: è operativamente suicida perchè ogni pezzetto falso inventato e strutturato si appoggia agli altri e far cadere il castello di carte attivando la buona fede e la realtà è molto semplice. Si interviene allora persino sulle documentazioni, documentali e digitali: esse prodotte dettagliate galleggiano nel limbo del nulla. La semplice spiegazione secondo cui al dott. Paolo Ferraro “non passava neanche per la anticamera del cervello creare o costruire un qualunque conflitto da separazione con la Canali, intervenuta nel 2006 secondo un anodino ed equilibrato atto consensuale ribadito introducendo decennio fa il divorzio, diviene poi una occasione di allusione .. fondata sulla parola “cervello”. E Paolo Ferraro è sposato e convive con Patrizia Stefania Eugenia Foiani da otto e più anni.
I fatti a monte accadono nella CECCHIGNOLA quartier civil militare, dove alloggiano ufficiali dello Stato Maggiore della difesa e guarda caso uomini dello SMOM e dei servizi militari,
I fatti accertati con audio inequivocabili stravolgono oggi la maggioranza della magistratura italiana in quanto dimostrati da PROVE DIRETTE, si ribadisce per la ennesima volta, giunte a domicilio.
E si verte in tema di sequestro di persona collegato alle scoperte REGISTRATE da Paolo Ferraro, e di “attività coperta e segreta gestita con metodi militari da militari ed ufficiali nella Cecchignola”. Ormai lo sanno e lo hanno valutato tutti coloro che lo dovevano sapere e lo hanno appreso e valutato non da chiacchiere ma da un lavoro unico nella storia il cui crogiuolo di prove dirette divenute tutte pubbliche è semplicemente, evidentemente e oltre ogni dubbio la causa UNICA E VERA dell'assai più grave FATTO NUOVO, ignoto ex ante, realizzato il 17 gennaio 2019.
III . II Fatto “nuovo” avvenuto nella udienza del 17 gennaio 2019, assente il ricusante ignaro. LE RAGIONI DELLA RICUSAZIONE.

Il giorno 17 gennaio 2018 è' stato nominato perito, per dichiarare la incapacità d intendere e volere di Paolo Ferraro e valutarne/dichiararne la pericolosità, onde disporre misure di contenzione, il Tenente Colonnello "Alberto D'Argenio”.
[In qualità di Ufficiale Medico dal 9 dicembre 2003 al 7 luglio 2010 ho prestato servizio come Assistente presso il reparto di Psichiatria Dipartimento Scienze Neurologiche e Psichiatriche del Policlinico Militare di Roma “Celio”.Ufficiale Medico della Riserva Selezionata dell’Esercito Italiano Grado Tenente Colonnello. Croce d’argento per anzianità di servizio militare. Medaglia del Ministero della Difesa in riconoscimento dell’intervento sanitario prestato nei Balcani, Medaglie della NATO in riconoscimento della partecipazione alla operazione di pace “Joint Guardian” del 2004 e alla operazione di pace “Decisive Endeavour” del 2006 in Kosovo..]
E come si può ammannire in un processetto del genere, neanche per idee ma per fatti propalati mediante prove dirette vagliabili, in costanza di verità, continenza, scriminati e ad un passo dalla ovvia prescrizione, (ALL P memoria in diritto), che una perizia sulla incapacità di intendere e volere affidata a ufficiale militare intraneo non sia un atto abnorme e finalizzato ?! Ma si conta sulla forza dell'atto compiuto.
Vi è perciò, per assurdo, una coerenza storico politica: questo processetto penale inseminato nel lontano 2011 su fattispecie in imminente prescrizione che non costituiscono reato punibile sotto almeno cinque e più profili, è UN AFFARE MILITARE E DELLA piccola QUOTA DI MAGISTRATI attori e “collegati”.
RIFLETTETE: esiste un qualche precedente di un processetto relativo a "pubblicazione" di contenuti nel 2011 e diffusi, analizzati forniti di prove e trattati nell'esercizio del diritto di informazione, in costanza di cause evidenti di giustificazione, che, ad onta della querela, non potendosi condannare ed anche sotto imminente prescrizione, si trasformi trasmodando mostruosamente in una dichiarazione di guerra con perizia “militare” a patente finalità NECESSARIAMENTE solo distruttiva , nei confronti di (ex. .. per ora) magistrato di Cassazione intellettuale ben noto e già candidato in ben due elezioni negli ultimi cinque anni ?! Un processo COMICO da O.V.R.A. Anno 2019 che possibilità ha di non rimanere nella storia della cinematografia e del “burlesque” e si vuole ottenere l'agognata eliminazione del dott. Paolo Ferraro, già invidiato stimato e riconosciuto, sano come un pesce, ed ineccepibile sino a quando nel 2008 scoperse troppo per sue doti ed intelletto oltreché di intelligence applicata ?! E poi decise per fedeltà alla istituzione giudiziaria di informare magistratura e paese?!
E si rifletta su una specifica circostanza: la operazione CECCHIGNOLA fu realizzata in palazzina ed abitazione nel cuore della Cecchignola, chi la coordinava e gestiva (“ ah ecco .. torniamo indietro .. torniamo indietro .. capito?! “ Si ascoltino i vari video in DVD ) era ALTO UFFICIALE lui o chi con lui di ritorno da missione militare di sei mesi in Afghanistan e il tutto era palesemente finalizzato ad incastrare un Magistrato di Cassazione a caso, viste ed ascoltate le attività svolte.
Non esiste quindi un caso più lampante di inimicizia gravissima pregressa e consolidata, di “area” segreta, che sia così ex post conclamato dal FATTO NUOVO di conferire una perizia (obiettivamente insensata vista la persona ed i fatti a giudizio), “contro” un magistrato che ha denunciato e dimostrato con prove dirette una attività militar segreta a suo danno e poi coperta dalla cordata ed area corrispettiva nella magistratura) proprio ad un TENENTE COLONNELLO dell'esercito così medagliato NATO ed operante nel fulcro dell'ospedale Celio e della Riserva Selezionata dell’Esercito Italiano col Grado Tenente Colonnello. Dati sui quali basta solo soffermarsi un istante. (<<http://dott-alberto-dargenio.com/chi-sono/>>).
Sarebbe passata più sotto silenzio una perizia affidata ad un killer internazionale “Accerti il perito spostamenti e movimenti del dott. Paolo Ferraro nonché condizioni casuali di isolamento, e determini le occasioni più favorevoli e modalità corrispondenti esecutive atte ad eliminarne la presenza civile e la fisica autonomia, sino alla progressiva eliminazione” [ Si badi: la ironia e qualsiasi forma di incapacità o patologica sono tra loto totalmente incompatibili.e già così solo si misura la gravità della conferita perizia] Ma questo tipo di attività non si fa con incarico peritale, e consiglio al collegio di leggerse tra gli altri un articolo sempre di tastiera (penna) dell'incapace di intendere e volere presente Protocolli profili e gestione operativa”. E non immetto nemmeno il link perchè prima o poi gli stessi armigeri della stupida guerra anti Paolo Ferraro pacifico e sereno, che non ha che amore e umana "sollecitata" comprensione, dovrebbero almeno cedere alla curiosità, stappando orecchie e liberando occhi, sofferenti dell'eccessivo ottundimento da preservazione artificiale della immobilità elettrica dei collegamenti laterali delle sinapsi, attivandosi. Tutto ma proprio tutto è nel DVD da non vedere ed ascoltare.
E con l'occasione: sapevate che una persona sana che a malapena abbia avuto qualche raffreddore curato sempre senza neanche usare aspirine, non può divenire malata a 54 anni nel 2009 e difatti si sono trovati nella insormontabilità della evidenza nonostante manipolazioni e falsificazioni tutte in radice destrutturate nel ricorso al Consiglio di Stato ?!
E che per supportare la organizzata operazione “distruzione successiva Paolo Ferraro che ha capito e raccolto prove, la “parte offesa”, simulata nel processetto risibile, SILVIA CANALI, ben coinvolta, si è inventata fatti, patologie e ricover”i”” a venti anni e che queste balle PATOLOGICHE clamorose e criminali (oggetto di esposto DI TERZA PERSONA (ALL.TI L1 e L2) e registrate indicazioni analoghe tra presenti in presenza del Comandante della Stazione CC di Ostia, è oggetto di denuncia fresca fresca non “mono-firma”, depositata al Procuratore di Roma e trasmessa anche mediante raccomandata A.R. dall'oggetto “UN DOSSIER ARTEFATTO CHE VIAGGIA SOTTO TRACCIA O PER MILLANTERIA” ?! ( ALL non depositabile, ma il video di prova diretta è in DVD).
IV Concludo brevemente.
La ricusazione sotto il profilo della successiva nuova condotta del giudice Maria Laura Paesano è ineccepibile (altro che inimicizia grave: dichiarazione di guerra con puntamento di perizia militare al bonaccione dott Ferraro!!!) e anche Pinochet la avrebbe accolta, magari a regime militare superato. Anche un tribunale speciale di tanti anni fa non osò tentare l'incredibile ed impossibile, processando per sue mere idee ed attività organizzative Sandro Pertini. Ma qui si parla di impianti prove uniche al mondo e di legalità costituzionale che mi ostino a difendere nel “nostro interesse”e di un mero lavoro di prova portato a termine ormai. Quindi di “vendetta” si tratta, per la semplice ragione che il rimedio previsto era ed è il processo penale, sia pure per fattispecie inconsistenti, e scriminate.
La presente diretta anche al Presidente del Tribunale di Roma ed al Procuratore Capo della Procura presso il Tribunale di Roma, vale come esposto e come segnalazione del perito nominato Alberto d'Argenio per omessa astensione in caso di evidente rilievo ma soprattutto nei confronti del giudice Maria Laura Paesano per il fatto grave dell'incarico conferito “consapevolmente” e della nomina nella persona del predetto TENENTE COLONNELLO.
Ne vengono informati con separata missiva altre autorità ed organismo direttamente interessati.
In fede.
ROMA 21 GENNAIO 2019.
Paolo Ferraro

Il sottoscritto dott. Paolo Ferraro nato a Roma il 23 luglio 1955 elegge domicilio per le notifiche di legge afferenti il processo di ricusazione in Roma, via ...........................
Paolo Ferraro

1. ALLEGATI SU DVD separato in directory “ALLEGATI RICUSAZONE
2. DVD “IL FILO DEL MAGISTRATO” sistema multimediale di prove dirette documenti banche dati analisi contestualizzazioni

12. Sbarca, dovendo assolvere nel "finto" processetto inseminato nel 2011, per "diffamazione" da propalazione continente e legittima di fatti e dati veri, pluri scriminata praticamente prescritte, la nuova GLADIO e Davide è alle TERMOPILI. URGENTE.
PER LA RIAMMISSIONE IN SERVIZIO DI PAOLO FERRATO PREVIA REVOCA DELLA DISPENSA PER " FANTOMATICA INETTITUDINE" .. "COMMINATA", "troppo sapeva avendo capito e provato. Doveva esser distrutto " UNA MACCHINAZIONE TUTTA POSTA ALLO SCOPERTO. Che aspetti a prender posizione e ad informare con PROVE DIRETTE A DISPOSIZIONE, UNICHE AL MONDO ?!

DI SEGUITO SU SLIDE LA SENTENZA CHE HA RIGETTATO LA PRECEDENTE RICUSAZIONE (Fatto diverso ma svisato integralmente nel contenuto e provvedimento con vari avvertimenti e una operazione di manipolazione grossolana nella medesima direzione del protocollo che vorrebbe artificialmente ricostruire il tutto come un conflitto patologico di un povero demente  con una donna che NON ESISTE PIU' DA DODICI ANNI. 
Paolo Ferraro è sposato e convive con Patrizia Stefania Eugenia Foiani e due figli maggiorenni stupendi,  e dal 2010 ). 


Nessun commento:

Posta un commento

Partecipare alla analisi ed al dibattito relativo costituisce un contributo indispensabile e gradito










Oggi presso Italia


IL PAESE DEVE SAPERE ..






CLICCA SUI SINGOLI TASTI DI CONDIVIONE PER OGNI ARTICOLO NEL POST O SU SCOOP, OPPURE SUL TASTO "SHARE" ACCANTO, NELLA COLONNA DESTRA DEL BLOG, CHE CONSENTE DI CONDIVIDERE SU 19 NETWORK A TUA SCELTA L'INTERO POST DEL BLOG.

PUOI ANCHE COPIARE L'INTERO POST ED INCOLLALO SU MAIL ED INVIARLO COI TUOI INDIRIZZI E A TUTTI GLI INDIRIZZI CHE TROVI UTILI.


ORA E' IL MOMENTO DI DIFFONDERE TRA TUTTI:


IL PAESE DEVE SAPERE ..


BISOGNA FAR SAPERE AGLI ITALIANI


http://diffusionecdd.blogspot.it/2015/09/diffusione.html






SCOOP LA GRANDE DISCOVERY SU

SCOOP ED FB

IN 63 ARTICOLI E MILLE PROVE






SCOOP ALTRI CANALI



















COMUNQUE SIETE ORA SUFFICIENTEMENTE MATURI ED INFORMATI PER INIZIARE A LEGGERE ED "ASCOLTARE" IN MODO ATTENTO COMPLETO E CONSAPEVOLE:

IL MEMORIALE DEL 7 MARZO 2011


IL DOCUMENTO SU PISTA FAMILIARE E USO ETERODOSSO DEL DIVORZIO ( e allegati )

LE PROVE AUDIO della CECCHIGNOLA e relative contestualizzazioni

GLI ESPOSTI DENUNCIA MEMORIE AL CSM CHE SMASCHERAVANO GIA’ NEL 2012 LA MANOVRA CRIMINALE SOTTESA E LA IDENTITA' DI QUESTO PERICOLSO APPARATO DEVIATO

LA LETTERA DI NON DIMISSIONI ( l’opposto di ciò che hanno fatto i tanti magistrati martirizzati in silenzio dall’apparato deviato )

ORA POTETE SINO IN FONDO CAPIRE DA SOLI QUALE FOSSE LA POSTA IN GIOCO:

PERCHE’ DOVEVA ESSERE DISTRUTTO IL MAGISTRATO PAOLO FERRARO

PERCHE’ OPERARONO DI CORSA IN CONTRO TEMPO PER TENTARE DI ARGINARE LA INFORMAZIONE E DENUNCIA PUBBLICA CHE AVREI SVILUPPATO E CON QUALE ARCHITETTURA CRIMINALE SI MOSSERO

QUALE DISEGNO E GESTIONE DEL REALE POTERE DOVESSERO DISPERATAMENTE NASCONDERE

SE VI FOSSERO IN GIOCO E QUALI COMPONENTI DEVIATE ( E COME OPERASSERO )

COSA TEMEVANO CHE POTESSE ANCHE EMERGERE

COME ABBIANO OPERATO NEL SILENZIO

COME ABBIANO ATTIVATO LA FINTA CONTROINFORMAZIONE CHE COSTRUIVA IL MITO DI PSEUDO ASSOCIAZIONI CHE COPRIVANO POTERI REALI

E PERCHE’ SOLO PAOLO FERRARO POTEVA ARDIRE E DENUNCIARE RICOSTRUENDO TUTTO E CONTESTUALIZZANDO TUTTO ( SENZA IL TESTIMONE CHE CONTESTUALIZZA LE PROVE OGGETTIVE NON ESISTONO E NON HANNO UN LORO AUTONOMO SENSO COMUNQUE )

COME SIANO ARRIVATI A COMPIERE L’ERRORE MADORNALE DI METTERE IN MANO AL MAGISTRATO PAOLO FERRARO LA PROVA CERTA OBIETTIVA ED INDELEBILE DELLE MANOVRE FATTE E REATI CONNNESSI IN UN CASO EMBLEMATICO

CON QUANTA VOLGARE SICUMERA E VIOLENZA ABBIANO TENTATO DI ARGINARE LA INFORMAZIONE ANCHE A LIVELLO DI CONTROINFORMATORI DI REGIME ATTRAVERSO QUELLO CHE ORMAI IN MOLTI CHIAMANOIL "PROTOCOLLO PETTEGOLO“ ( Derisoriamente)

QUANTA INTELLIGENZA E SENSIBITA’ INTELLETTUALE IMMISERO NEI LORO DUE STUPENDI SCRITTI LUCIANO GAROFOLI ED ENRICA PERRUCCHIETTI QUANDO ANCORA STAVO CENTELLINANDO PROVE ED ANALISI



QUANTO SENSIBILE IMPEGNO SIA STATO MESSO DAI MIGLIORI DI VOI ( per ora ) AVENDO CAPITO BENE E STUDIATO …

PERCHE PAOLO FERRARO ERA ED E’ AMATO E STIMATO DALLA POLIZIA GIUDIZIARIA E DAI MIGLIORI MAGISTRATI NON CRIMINALI E DEVIATI

ORA AVETE INFINE quindi DAVANTI, ED ATTRAVERSO ME E LE VICENDE A ME COLLEGATE, UNO SPACCATO CRIMINALE DI POTERI DEVIATI CHE APRE LE PORTE A TUTTO QUELLO CHE DI CERTO ED INDICIBILE ABBIAMO INDICATO E ANALIZZATO COME DIRETTI TESTIMONI.

UN ORDITO CRIMINALE PLURIENNALE :
IL CASO FERRARO I SILENZI COLPEVOLI O CRIMINALI

UN BEL GUAZZABUGLIO INTERAMENTE DISTRICATO

RITROVANDO NOTIZIE PREZIOSE SULLA INDAGINE FIORI NEL FANGO

IL RUOLO CRIMINALE E MALATO GIOCATO DA UNA FETTA DI MAGISTRATI DEVIATI DELLA PROCURA DI ROMA CHE AVEVA TUTTO DA PERDERE SE FOSSE USCITO FUORI QUELLO CHE AVEVANO COMBINATO , A PARTIRE DA PAOLO FERRARO

E qui un ringraziamento non alla rosa ma alla Margherita ...

SEGNALA E CONDIVIDI IL BLOG SU TWITTER E SU GOOGLE +

SEGNALA E CONDIVIDI SU TWITTER QUESTO SITO



PETIZIONE CASO FERRARO LEGALITA' MAGISTRATURA CENTRI DI POTERE DEVIATI


https://www.change.org/it/petizioni/sig-ministro-di-giustizia-il-magistrato-paolo-ferraro-torni-a-fare-il-magistrato

IL MAGISTRATO PAOLO FERRARO TORNI A FARE IL MAGISTRATO!

Le istituzioni non si debbono privare di un magistrato indipendente e professionale, colpito con strumenti subdoli ed artificialmente costruiti per aver denunciato fatti che coinvolgono élites ed apparati deviati, quando tutto il Paese ne ha avuto le prove.

https://www.evernote.com/shard/s207/sh/5e23c80e-b9a2-4e57-a91e-e77faa00fa8e/8fdb42da779ee8b922073db7d68dba45

https://www.evernote.com/shard/s207/sh/


SEGUIRE TUTTI PROFILI FACEBOOK SIGNIFICA DARE CONSENSO E RICEVERE INFORMAZIONI COMPLETE

SEGUI PAOLO FERRARO